Gnosis Architettura

architettura
Allestimenti

Il progetto per l’allestimento di un’aula della Facoltà di Medicina e Chirurgia della Seconda Università degli Studi di Napoli, sita nel complesso monastico di Santa Patrizia, poneva in essere due ordini di problemi: un primo tipo riguardante i caratteri estetici dell’aula ed un secondo tipo riguardante i caratteri tecnici concernenti l’adattabilità della sala stessa alle funzioni specifiche da dovere soddisfare. Come primo dato è emersa subito la scarsa congruità di carattere tra l’arredo presente e la magnificenza dello spazio. Per questo si è pensato di sostituire le sedute esistenti, che poco si addicevano per tessuto e per tipologia all’uso della sala, con altre dal design più raffinato, corredate di piano d’appoggio per la scrittura e con basi da fissare in maniera adeguata al pavimento. Anche la zona dell’aula dedicata ai relatori è stata oggetto di un attento studio riguardante le scrivanie, le poltrone e gli accessori: affinché l’utilizzo della sala fosse il più polivalente possibile –conferenze, tesi di laurea, lezioni- si è proposto un unico elemento come piano scrivania disegnato secondo un emiciclo che va ampliandosi verso la platea, in modo da agevolare la visione di tutti i relatori al pubblico ed al tempo stesso costituire un adeguato sfondo prospettico alla sala. Un discorso a parte è stato fatto per gli infissi, sia interni che esterni: un ridisegno completo delle bussole esistenti e die serramenti esterni secondo tipologie e materiali (legno) più consoni ai caratteri artistici dell’intero complesso così da conferire all’aula un grado di confort ed accoglienza che prima non possedeva; il tutto corredato da opportuni tendaggi che oltre a completare l’elemento infisso assicurano il giusto grado di oscuramento interno in caso di bisogno. Per quanto riguarda il carattere tecnologico conferito alla sala, esso può essere sintetizzato in pochi elementi: il soffitto esistente, oltre ad essere in completa dissonanza con i caratteri architettonici della sala, creava non poche difficoltà ad una corretta diffusione del suono. Si è pensato cosi di progettare un controsoffitto che oltre a rendere più gradevole la visione dell’aula collaborasse a migliorarne l’acustica. A complemento di ciò è stato studiato un impianto audio e video con uno schermo per retro-proiezioni ed un impianto di illuminazione adeguati alle funzioni richieste ma che allo stesso tempo si inserissero in maniera consona nella cornice architettonica preesistente.

Anno: 1998
Località: Napoli
Descrizione: Progetto esecutivo e direzione lavori della nuova Aula didattica di Anatomia Umana presso il complesso di S. Patrizia.
Committente: Seconda Università di Napoli Federico II
Importo dei lavori: € 294.380,00
Categoria: Ie 

PROGETTO ARCHITETTONICO
Architetti: Gnosis Architettura