MUSEO DELLA CITTÀ DI GENOVA

L’allestimento è costuitito da un’unica, grande istallazione, una maquette dinamica dell’evoluzione storica della città di Genova che mostri le relazioni tra città e paesaggio nel corso dei secoli.
Il modello riprodurrà l’area metropolitana genovese che si affaccia sull’omonimo Golfo, incastonata tra l’Appennino a nord e, a ponente e levante, tra i torrenti.
L’accessibilità al diorama sarà garantita dall’impiego di una rampa che, dal piano di calpestio della Loggia risalga, cingendolo, tutto il plastico per poi ritornare, nel tratto terminale, in quota.
Lungo il percorso troveranno luogo le 13 stazioni espositive dei reperti e dei racconti così da interessare il friutore con una duplice attrazione.
Il plastico metavisuale, quale componente caratterizzante non solo lo spazio architettonico ed espostivivo ma anche l’esperienza, in un tempo di visita stimato di 30 minuti, racconterà la storia della città con un meccanismo combinato di multiproiezione su plastico in videomapping tridimensionale e un sistema di modifica degli stessi elementi morfologici della maquette: incrociando la dimensione del tempo e raccontando la storia, il plastico trasporterà il visitatore in un immaginario che pervade ogni senso con uno storytelling ciclico, coinvolgente ed emozionale.

L’esperienza sarà completata da proiezioni di tipo immersivo sulle pareti dell’edificio storico opportunamente oscurate con sistemi motorizzati. La maquette sarà integrata dal sistema espositivo composto da elementi differenti per ognuna delle 13 stazioni, ognuna delle quali indicativa di un periodo storico. Al passaggio del furitore ogni stazione funzionerà da trigger innesco per le modificazioni metavisuali del plastico alla configurazione geostorica corrispondente.
L’allestimento delle stazioni è vario, i reperti più antichi saranno inseriti in schemi narrativi con apparati didascalici come al Museo archeologico e della città e al Palazzo Rossi Fasce Sestri Levante, protetti dall’esterno con vetrine a controllo idrometrico ove richiesto e luci ad accensione controllata nel caso di necessità.
L’inserimento di tecnologie e tavoli touch permette di poter visionare documenti e filmati. Anche l’inserimento di personaggi vissuti (monitor o proiezioni) possono essere dei fantasmi che ci accolgono oppure dei narratori oppure ci raccontano la storia come se assistessimo ad un film.


WEB AGENCY