Facciate Teatro Comunale

Nell’ottica di proporre un nuovo “volto” al Teatro Comunale di Caserta, si è tentato di “legare” la parte moderna dell’ingresso principale con la parte antica del resto del corpo di fabbrica. Una sorta di “fil rouge”, un nastro rosso in acciaio porcellanato, segna il profilo dell’insieme del teatro definendo l’edificio all’interno della cortina prospettica. Il tema del nastro viene riproposto anche nella facciata secondaria, sulla piazza della Prefettura, destinata all’ingresso degli addetti ai lavori: la fascia rossa accoglie - come il tappeto rosso steso per il passaggio dei divi – gli attori e li “accompagna” all’interno del teatro. In entrambe le facciate, la cornice rossa sottolinea l’ingresso e definisce i limiti del prospetto.
Il prospetto su via Mazzini, la cui percezione è prevalentemente di scorcio, è caratterizzata da un volume in vetro ruotato e aggettante che fa da pensilina all’ingresso per il pubblico. Tale volume ospita un grande telone che serve da supporto per la segnaletica: come un gigantesco cartellone inquadrato dalla cornice rossa, conterrà la pubblicità e le immagini relative agli spettacoli in corso.
Il prospetto su piazza della Prefettura ha invece una percezione frontale. La nuova facciata secondaria, sempre in vetro, è ruotata come quella principale, secondo lo stesso orientamento. Questa volta la rotazione avviene verso l’interno, in tal modo il volume non risulta più aggettante, ma incassato nella cornice rossa. Il nastro in acciaio porcellanato si “srotola” anche sul piano di calpestìo come una guida che accoglie gli addetti ai lavori e li conduce negli spazi destinati a camerini, macchina scenica e locali tecnici.


WEB AGENCY