Polo Universitario della Valle D'Aosta

La Nuova Università Valdostana ha bandito la gara in oggetto per l’affidamento della realizzazione dei lavori relativi al primo lotto del Polo Universitario della Valle D’Aosta.

La localizzazione della nuova sede nel centro della città di Aosta deve considerarsi come un intervento di grande trasformazione del centro cittadino su un’area in grado di influenzare positivamente lo sviluppo dell’intero ambito urbano ad ovest della città.

Il progetto preliminare prevede il recupero dei fabbricati esistenti: palazzina “Beltricco” e palazzina “Giordana” come formulate nello studio di fattibilità e nel PUD. Mentre per le palazzine “Zerboglio” e “Urli” sono state mantenuti gli allineamenti esistenti.

Il progetto è fortemente caratterizzato da una architettura innovativa, capace tuttavia di dialogare con le preesistenze storiche ed edilizie presenti più significative.

Il primo lotto oggetto di gara comprendeva: la totale demolizione delle palazzine Zerboglio, Urli, di tutti i bassi fabbricati situati nella zona nord del complesso militare Testafochi; i parziali scavi all’interno della piazza d’Armi per la realizzazione di tutte le opere strutturali ai piani -1 e -2, per l’aula magna, laboratori, centrale tencologica e parcheggio interrato; la realizzazione del nuovo edificio della Didattica ex-Zerboglio dal piano -2 al piano coperture.

Le migliorie richieste in sede di gara erano relative: 1_all’organizzazione del cantiere, particolarmente delicata trovandoci in pieno centro cittadino; 2_il miglioramento tecnico-funzionale delle opere edili, in particolare delle facciate, senza dubbio l’elemento più caratterizzante in termini di relazione con gli spazi esterni e di riconoscibilità del nuovo edificio, del sistema dei parcheggi e delle opere a verde; 3_al rendimento energetico dell’edificio.

Al fine di rispondere in modo adeguato alle richieste del bando è stato completamente rivisto il progetto esecutivo, ridisegnando gran parte dei grafici bidimensionali e, soprattutto, rimodellando completamente in 3D l’edificio e gli spazi adiacenti al fine di verificare la qualità delle migliorie proposte e l’impatto delle stesse sul contesto nel quale l’edificio è inserito.

Per gli spazi esterni è stata proposta quale significativa miglioria l’allestimento a parcheggio provvisorio e a parco di tutte le aree che nel progetto esecutivo venivano lasciate a prato in attesa che venga realizzato il secondo lotto, una sistemazione degli spazi esterni, quindi, “definitiva” che liberi il progetto da quell’aria “provvisoria” che spesso caratterizza le opere realizzate in più lotti. Sono state previste per questo la realizzazione di ulteriori aree di sosta e di una viabilità di servizio alle stesse. Tutto il parco è completo di piantumazioni, elementi di arredo urbano illuminazione pubblica nonché dei sottoservizi necessari alla perfetta manutenzione delle aree. Per ridurre l’impatto del cantiere le principali migliorie afferiscono alla diversa gestione e degli accessi all’area che libereranno il centro cittadino dal traffico dei mezzi pesanti. In merito alle facciate è stata ingegnerizzata la soluzione del progetto esecutivo migliorando la tenuta nelle connessioni fra le lastre di corian e, soprattutto, eliminando l’effetto “ponte temico” che le lastre stesse rappresentano. Per la manutenzione è stato completamente rivisto il relativo piano introducendo quale principale miglioria la possibilità di pulire e mantenere le facciate utilizzando un sistema di cestelli sospesi che utilizzano dei binari posti in copertura.

Le soluzioni finalizzate al miglioramento del rendimento energetico prevedono l’utilizzo di cogeneratori che, oltre a garantire una maggiore autonomia energetica, consentono il recupero del calore da utilizzare a fini di climatizzazione degli ambienti.

In definitiva è stato ripensato tutto il progetto che, senza voler in alcun modo modificare le scelte dei materiali e delle tecniche costruttive, viene completamente re-ingegnerizzato al fine di trovare un nuovo e più efficiente equilibrio fra qualità dell’architettura e gestione energetica e manutentiva del manufatto.


WEB AGENCY